lunedì 20 settembre 2010

giovedì 15 luglio 2010

Scontro di civiltà!


Sono indeciso: non so se voglia che vinca Oronzo o Lightning...
Posted by Picasa

domenica 20 giugno 2010

Benedictvus XVI e il mito che continua...

Egli è sempre più pazzA!

97178010980619491142.jpg

04357744505266701213.jpg

83038145634630373390.jpg

W la droga!

Tempo fa stavo riascoltando questa delirante canzone degli Arcturus, che si chiama (per l'appunto) "Moonshine Delirium" e ho pensato che se ne devono essere fatte di droghe per partorire una simile (stupenda, magnifica) canzone. E mi sono tornate in mente le parole di Bill Hicks e quindi ho pensato, sì, viva le droghe e sì, gliela compro io la roba, se serve a scrivere ottima musica, ottimi libri, poesie (Coleridge, tanto per fare un nome). Poi ho anche pensato, però, che mercato della dorga = traffico di armi = traffico di esseri umani = Miccichè ... e quindi si pongono seri problemi.
Ma una soluzione c'è! Istituire una commissione statalizzata che stabilisce chi può e chi non può. Esempio:

- Voi come vi chiamate?
- Metallica
- cosa sapete fare?
- questo: (suonano Kill 'em all)
- ok, cosa vi serve?
- eroina e alcol?

- Lei come si chiama?
- Lemmy
- Lei può tutto

- Lei come si chiama?
- Lorenfo Cherubini, in arte Jovanotti
- ...
- fono qui per...
- sì sì, cosa sa fare
- quefto è l'ombelico del mondoooo...
- ok, aspetti un attimo [tira su il telefono] pronto? sì ciao, preparati ad accogliere un nuovo minatore

- e Lei, chi è?
- Fabio Volo
- e cosa sa fare?
- cioè, io parlo coi giovani, sono un artista poliedrico e versatile
- ok, preferisce pulire i bagni dell'autostrada o lavorare nella discarica di Napoli?

domenica 6 giugno 2010

Il Partito dell'odio

Io sono del partito dell'odio. Mi piacerebbe armare i politici che prendono parte ai talk-show di motoseghe, sprange e armi da taglio. La Binetti farebbe tutto da sola.

Io sono del partito dell'odio. Non ho ancora capito chi abbia portato a passeggio chi: è stato il porco a portare a passeggio Calderoli (sul terreno su cui si dovrebbe costruire una moschea) o il contrario?

Sono del partito dell'odio. Mi piacerebbe che a Susanna Maiolo venisse pagato un corso di placcaggio di Rugby.

Il Papa

Il Papa è a Cipro e ci rimarrà. Fino al 6 giugno. Peccato.

venerdì 7 maggio 2010

La settimana in pillole #4

Maroni dice che tiferà Italia solo perchè è ministro. Questo ci farà passare notti più tranquille. Quello che mi fa passare notti meno tranquille è che ogni tanto ci ricorda che è un ministro.
Ma i mondiali scorsi, non aveva detto che tifava Italia?


Scontri in Grecia
Tartaglia lancia una miniatura del Partenopne contro lo sportello di una banca.

Anemone & bertoladri
Della vicenda la cosa più spettacolare è don Bancomat. Credo che la satira si debba arrendere a tanto...quando la realtà supera la fantasia.

domenica 2 maggio 2010

La settimana in pillole #3 25/04/2010 - 2/05/2010

Gianfranco Fini

C'è poco da fare, Fini si veste gran bene e ha delle bellissime cravatte. Sarà per merito della giovane gnocca che si è preso rottamando la vecchia moglie? Sarà per questo che il biscione è così livido di rabbia? Non lo sapremo tanto presto ...









Sandro Bondi
Il Sommo Vate(r) di Arcore, dopo l'ultimo penoso spettacolo in Tv, è chiaro che abbia perso ogni briciolo di razionalità. Il troppo amore per il berlusKaizer lo ha travolto. Amore che è completamente diverso da quello del fido Fede: infatti, mentre quest'ultimo lo ama carnalmente, nel senso che ci farebbe ... lasciamo stare cosa, Bondi vede in Silvio il Salvatore. E non è un caso che i due si detestino: il lucido e lucidato Vate(r) di corte ha dedicato al coso-Fede un paio di versi velenosissimi, in cui (con una sorprendente e travolgente originalità) lo dipinge dotato una lingua biforcuta. Così lecca meglio il culo: dopotutto "tciù is meglio che uan", come ci insegna Stefano Accorsi (granderrimo attore sceichspiriano). La poesia non sarà mai più la stessa.

Intercettazioni
D'ora in poi dovrete farvi voi i numeri erotici, pagando di tasca vostra: maiali!

mercoledì 28 aprile 2010

La settimana in pillole #2 18/04/2010-25/02/2010 (circa)

Vaticano
Continua la tempesta sul Vaticano, anche se sta scemando e le alte gerarchie non aspettano altro che mettere tutto a tacere, come di millenaria tradizione. Grandi proclami, promesse importanti...insomma, tutto deve cambiare, affinché tutto rimanga come prima. Nel numero di oggi de il Fatto Quotidiano, nella pagina "Piazza Grande" troviamo un bell'articolo di Paolo Flores D'Arcais intitolato "Contraddizioni papali". Leggiamo che

Padre Federico Lombardi non agisce di testa propria, è il portavoce della Santa Sede, e inoltre è persona di squisita gentilezza. Se dunque non ha risposte alle “quattro domande cruciali” che con una mia lettera aperta questo giornale gli ha rivolto una settimana fa non è perché non ha voluto, è perché non poteva: non aveva la “licenza de’ superiori”. Avesse potuto, infatti, avrebbe dovuto confessare quanto segue: la frase chiave “Va sempre dato seguito alle disposizioni della legge civile per quanto riguarda il deferimento di crimini alle autorità preposte” contenuta nelle famose “linee guida”sulla pedofilia, messe online sul sito ufficiale del Vaticano lunedì 12 aprile, e presentate da padre Lombardi come “disposizioni diramate fin dal 2003” (sito dell’Avvenire , quotidiano della Cei) non risale affatto al 2003 ma è stata coniata nuova di zecca nel weekend del 10-11 aprile. Al responsabile dell’autorevolissima agenzia internazionaleAssociated Press”, Victor Simpson, che chiedeva lumi sulla posizione della Chiesa in fatto di pedofilia, padre Lombardi inviava infatti il venerdì 9 aprile un documento in inglese identico a quello messo online il lunedì successivo, tranne la frase chiave di cui sopra, che non compariva. E che perciò è stata partorita durante il weekend.

Che bellezza ... e, fa notare D'Arcais, questo fatto renderebbe manifesto l'atteggiamento omertoso di Wojtyla sulla questione, con conseguenti problemi per la sua santificazione. Quella stessa santificazione che veniva invocata con grida e cori da stadio "Santo subito!". Il che dovrebbe far riflettere sulla figura di Wojtyla: un gran intrattenitore, una grandissima pop star, come dice Massimo Fini.
Ma tutta questa tempesta non si limita a questo: tornando alle varie e disarmanti dichiarazioni di alti esponenti della Chiesa (omosessualità = pedofilia; ci sono pedofili tra i non preti; attacchi di massoni e giudei; eccetera eccetera) e leggendo gli articoli di Marco Politi (sempre per il Fatto) da cui si evince il malcontento di molte correnti all'interno della Chiesa (che potrebbero essere dietro ad alcuni passaggi di informazioni all'esterno) ci si rende conto che il Vaticano è e continua a rimanere ancorato ad un'idea di Stato cinquecentesco. Con la sua corte, i consiglieri che si fanno gli sgambetti, che cercano di ottenere sempre più potere ... un mondo che mi ricorda molto quello di Maria Stuard di Friecrich Schiller. E che spiega la simpatia del Vaticano verso regimi fascisti e berlusconoidi.

Quando il morto fa business
Al peggio non c'è mai limite. Sfruttato tutto lo sfruttabile si ricorre ai morti. Jimi Hendrix, John Lennon, Marcello Mastroianni e Marilyn Monroe riesumati per vendere. Già ci deliziava lo spettro di Mike Buongiorno (un anno fa, circa), probabilmente tra un po' verrà resuscitato pure Vianello. E le dichiarazioni per giustificare questa profanazione non conoscono vergogna. Bill Hicks, in un suo spettacolo, ipotizzava un Gesù Cristo che tornava sulla Terra (perché mai dovrebbe fare questa cazzata?) per fare la pubblicità ad una birra. Pur di far quattrini...ma d'altra parte è quello che la Chiesa Cattolica fa da sempre: reliquie, sacre sindoni (ce ne sono state più di una), cadaveri esposti...riallacciandomi al discorso precedente, un Wojtyla morto e santo fa di certo più successo di un Wojtyla morto e basta. Poi abbiamo Padre Pio, osteggiato dalla Chiesa quando era in vita e santificato appena si è annusato il business dei viaggi santi organizzati e tutto quello che gira attorno, con tanto di cripta le cui volte sono completamente ricoperte d'oro. Mi sembra di ricordare che qualcuno condannasse i mercati al tempio. E che qualcuno d'altro si fosse alterato non poco con gli adoratori del vello d'oro...

25 aprile

Magari. Magari. Ma in una Paese sempre più fascista, razzista e smemorato, schiavizzato dalle tv e vaticanizzato siamo messi proprio male. Bambini discriminati, gente squallida e invidiosa che schiuma di rabbia per le persone che beneficiano delle donazioni di privati a favore di altri. Infastiditi perché possono toccare con mano questa "ingiustizia", come la chiamano loro (loro i meschini). Sicuramente tra quelli che hanno beneficiato di questa donazione ci sono i furbi, ma i furbi sono dappertutto. E soprattutto loro (i beneficiari) sono identificati da loro (i meschini) con "gli altri": gli extracomunitari. E si esclude a priori che ci possano essere degli italiani, anzi no, dei Padani. Ma vorrei chiedere a questa gente (a loro, i meschini): pensate forse che i "furbi" che siedono al parlamento e che voi votate, che evadono, che coprono i furbi loro amici non facciano ricadere il prezzo (e qui è proprio il caso di dirlo) delle loro azioni anche su di voi? Il fatto è che loro (gli immigrati) sono appunto immigrati. Che schifo.

Infine un link: la presentazione di "Ad Personam" di Marco Travaglio, con il bellissimo intervento di Roberto Scarpinato, in cui si ripercorre una concentrata storia d'Italia. Che tira in ballo il Vaticano (ultimo stato feudale in Europa), propensione italica nell'acclamare il "conductor" di turno e così via. Da far sentire in tutte le scuole.

martedì 20 aprile 2010

Partito Danzerino

Posted by Picasa

Un'idea sola, ma chiara

Posted by Picasa

La settimana in pillole #1 12-18/04/2010 (circa)

Caso Emergency
Per fortuna i tre ostaggi sono stati liberati. Nonostante fossero "di sinistra" e le loro politiche "poco chiare" e (soprattutto) nonostante Frattini, La Russa, Gasparri. Uno può essere d'accordo o meno con le idee di Gino Strada, ma è stato evidente fin dall'inzio che la faccenda puzza. Puzza di affari sporchi, affari grandi. E che Emergency è sempre stata accettata dai talebani, ma non dagli occidentali occupanti e dal pupazzo amico dei trafficanti di droga Karzai.

Chiesa pedofila
Che spettacolo disgustoso: attacchi contro massoni, ebrei, giornali. E poi ancora: dichiarazioni omofobe, ingiuriose verso alcune vittime, smentite, bugie ... Marco Politi, su "il Fatto Quotidiano", ha ben evidenziato come la Chiesa Cattolica sembri essere senza alcuna leadership. Ad ogni modo è venuta fuori la tracotanza del Vaticano, l'incapacità di ammettere errori commessi e parte della sua componente omertosa, e l'omertà è propria della ...

Morte Vianello
Non me ne frega niente della morte di Vianello in sé; tutti s'ha da morire. Ha campato a lungo e mi sembra anche piuttosto bene. Quello che mi ha disgustato è stato l'esibizione della sua bara in uno studio di mediaset, canale5 mi sembra. Con questi colori finti, da "wine bar", "lounge bar", colori orrendi, blue e rosato, con un megaschermo anche fuori per il pubblico affamato di un voyeurismo necrofilo. Fotografie e filmini fatti con i cellulari e gli immancabili e odiosissimi appalusi. Massimo Fini ha scritto e riscritto di questo osceno fenomeno e porta come esempio i funerali di personaggi pubblici amati dalla gente in cui era il silenzio ad accompagnarli. Ma in un periodo storico in cui la parola ha perso la sua natura, in un momento in cui la parola non vale niente e la gente impara a parlare da subumani che compaiono anche per soli 5 minuti in televisione, tutto è possibile. Giorgio Bocca, nel suo ultimo libro ("Annus Horribilis") parla del fenomeno degli applausi ai funerali di "vip" come diretta conseguenza della televisione: appaludire al funerale di Vianello o al programma di Jerry Scotti è la stessa cosa, se non si può diventare protagonisti di una puntata di un programma televisivo si va dal morto.
E tornano in mente le parole di Pasolini...

Galleria Papale #3

 
Posted by Picasa

Galleria Papale #2

 
Posted by Picasa